orecchiette-con-cime-di-rapa

Orecchiette con cime di rapa, ricetta personale ispirata alla tradizione

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

Non sono qui per insegnare a nessuno di voi come fare le orecchiette con cime di rapa.

Ci sono già abilissime massaie, figlie della terra e della tradizione pugliese, che hanno le carte in regola per farlo; io in primis le ringrazio tutte, perché nel tempo ne ho ammirato la loro arte osservandola in televisione, sul web e anche durante il mio viaggio a Barletta, in Puglia, dove sicuramente sono venuta a contatto diretto per qualche giorno con la cucina pugliese (pur sapendo che anche qui, come in tutti i luoghi italiani, le stesse ricette possono differenziarsi di alcune minuzie). Ci tengo, inoltre, a sottolineare come anche la mia terra, la Sicilia, si presti benissimo alla coltivazione e spaccio di cime di rapa al mercato; il clima è ovviamente il medesimo, per cui è facilissimo reperire questa amabile verdura dai produttori locali, senza togliervi nulla nel gusto e nell’aspetto.

orecchiette-con-cime-di-rapa

(Clicca sulla foto per la versione in alta definizione)

Questa ricetta è annoverata all’interno della categoria specifica del blog, quella dedicata alla pasta fresca; questa volta trattasi di una pasta realizzata a mano con semola di grano duro rimacinata ed acqua, munendosi solo di coltello e di abilità con le mani. Non credo che fare le orecchiette a mano si possa definire un’impresa difficile, però di sicuro ci vuole impegno e cura nel farle, proprio per cercare, nel proprio piccolo, di darle una dignità, quella che appunto meritano.

MI rilassa molto fare le orecchiette a mano, condirle con le cime di rapa è naturalmente il classico dei classici, la giusta combinazione per un primo piatto e anche unico ricco di bontà, sapore e magnificenza.

Le orecchiette con cime di rapa, ci tengo a precisarlo, sono una ricetta mia che si ispira ovviamente alla tradizione ma che resta personale, proprio perché è giusto che sia così. Ad ogni modo mi auguro che si apprezzi lo sforzo, l’impegno e l’amore riversati nel fare questo piatto.

Come testimonianza della mia palese inesperienza (perché non le faccio ogni giorno), ho scelto di pubblicare anche il video di come ho fatto le mie orecchiette con cime di rapa. Unito a ciò, inoltre, c’è anche la volontà ed il piacere di mostrare ai lettori cosa sono in grado di fare io con questo piatto 🙂

Un consiglio, prima di passare alla ricetta, è quello di conservare l’acqua di cottura delle cime di rapa, ricchissima di sali minerali e di proprietà nutritive e depurative, per cuocervi le orecchiette, queste infatti assumeranno un sapore diverso dal cuocerle in semplice acqua.

Orecchiette con cime di rapa, ricetta personale ispirata alla tradizione

Ingredienti per le orecchiette:

  • 400 g di Farina di semola rimacinata di grano duro
  • 150 ml circa d’Acqua a temperatura ambiente

Ingredienti per il condimento:

  • 2 Mazzi, puliti, di Cime di rapa
  • 2 Spicchi d’aglio interi
  • Peperoncino calabrese secco, abbondante
  • 5 Filetti di acciughe sott’olio
  • 2 Cc di Olio Extravergine d’oliva
  • 3 Cc di Acqua di cottura delle cime di rapa
  • Sale, poco
  • Scaglie di Parmigiano grattugiato q.b. (facoltative e sostituibili con altro)

Procedimento:

Dopo aver pulito e lavato diverse volte le cime di rapa, cuocerle in una pentola capiente con dell’acqua; appena morbide e al dente, prelevarle con una schiumarola e conservarne il liquido di cottura.

Realizzate a mano le orecchiette, se preferite osservando il video proposto, altrimenti acquistatele fresche al supermercato o pastificio, oppure usate quelle secche in pacchetto, che andranno benissimo o ancora osservate dei tutorial di brave massaie pugliesi che ci sono sul web, molto utili!

Imbiondite l’aglio nell’olio caldo insieme al peperoncino, sul fondo di un ampio tegame, aggiungete poi le cime di rapa prima tagliate al coltello, grossolanamente. Fate insaporire con sale quanto basta e con 3 cucchiai circa del loro brodo di cottura. Spegnete il fornello e unitevi i filetti d’acciuga; il fatto di spegnere il fuoco vi garantirà che queste diano un ottimo sapore alla verdura senza però sfaldarsi e dissolversi col calore della fiamma.

Cuocete, sempre sfruttando il brodo di cottura delle cime di rapa, le orecchiette, scolatele e mantecatele al condimento aggiungendo scaglie di Parmigiano.

Servite in tavola.

Vi auguro buon appetito e se volete continuare a restare sempre aggiornati seguite L’ANGOLO DELLE PRELIBATEZZE anche su Facebook!

Torna alla Homepage

Questa ricetta è stata vista 279 volte!

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

(Visited 1 times, 1 visits today)

Commenti

commenti