gelato-alle-nespole

Gelato alle nespole, gelati alla frutta

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

Contentissima ed orgogliosa di potervi presentare la nuova categoria del blog, interamente dedicata ai gelati! Non che prima non ci avessi pensato, ma come immaginerete gestire un blog di tutto punto, concentra ed impegna moltissimo; spesso si disegnano schemi a lunga scadenza, man mano che si acquisisce ogni genere di risorsa, man mano che gli eventi accompagnano ed aiutano, si porta avanti questo grande ed articolato progetto.

gelato-alle-nespole

(Clicca sulla foto per la versione in alta definizione)

I gelati sono la mia passione estiva, da quando poi sono sposata e vivo con mio marito ho riscoperto una parte di me estremamente golosa ed esigente sul tema, tanto che quando acquisto il gelato faccio una ricerca un pò troppo estenuante. Ho così scelto di inaugurare questa nuova parte del blog con la ricetta del gelato alle nespole, un’assoluta rivelazione.

Dopo la mia prima ricetta sul gelato, per una collaborazione, pubblicata all’interno del blog, ho pensato che fosse arrivato il momento di mettere da parte qualche euro e mirare ad un acquisto ad hoc, per lavorare sull’argomento. All’epoca, infatti, era stata mia mamma a prestarmi la sua gelatiera per fare la ricetta. Poi un giorno di fine estate scorsa, una conoscente di famiglia era ospite in casa dei miei genitori e parlando con me, proprio di gelato, venne fuori che lei un tempo ebbe in regalo una piccola gelatiera che, però, non ha mai usato in vita sua. Diciamo pure che lo disse anche con un certo tono ed espressione indicante la sua totale indifferenza sul tema delle ricette fai date, a maggior ragione sul mettersi a fare il gelato a casa, ed infine una sua espressione decisamente poco fiduciosa in viso, in merito alle presunte prestazioni di questa gelatiera, la rendevano alquanto insoddisfatta ed infastidita di questo dono ricevuto. Insomma, alla fine del discorso mi chiese se me ne sarei presa io carico, ed io con un sorriso a 1000 denti esclamai un deciso: “Si, assolutamente! ” Adesso starete pure pensando perché mi metto a raccontare tutta questa “pappardella”, in realtà c’è un motivo preciso: benché si tratti di una piccola macchina da gelato, con un cestello che si refrigera per tempo dalle 12 alle 24 ore dentro al freezer, e lavora poi su questa temperatura, questa è in grado di stupire mirabilmente, donando un gelato meraviglioso, cremoso, morbido, gustoso, profumato e che non si cristallizza una volta riposto in un contenitore.

Dopo aver provato con un gelato al cioccolato, mi sono ripromessa di aspettare l’arrivo della bella stagione 2017 per iniziare a provare tutti i gusti possibili ed immaginabili. Adesso che ho scritto tutto questo, qualcuno potrà pure chiedersi: ” Si, ok la tua storia, ma almeno dicci che macchina del gelato è! “ Giusto, mi sembra un’ottima riflessione. La macchina è “Il Gelataio” Simac, modello GA1050. A vederla qualcuno seriamente potrebbe pensare che si tratti della solita macchinetta giocattolo, ma io che l’ho provata non posso che parlarne benissimo, e nelle recensioni passate, di coloro che l’hanno acquistata, si parla assolutamente in termini positivi. La macchina del gelato di mia madre, che è costata di sicuro molto di più ed ha una capacità ed una potenza decisamente superiori, non riesce a fornire un gelato così eccelso.

Il cestello della mia gelatiera produce 500 grammi alla volta di gelato, ma io penso che per tutta l’estate vale la pena studiare un sacco di gusti, consumando brevemente il gelato, mangiandolo sempre fresco di produzione e godendo di cotanta bontà. La ricetta di questo gelato alle nespole è l’inizio di tutte le mie prossime col gelato, studiate e tarate sul concetto e pratica di fare il gelato in macchina, con dosaggi precisi, ispirati al ricettario che ho anche recuperato.

Non garantisco, pertanto, la stessa riuscita nel farlo “senza gelatiera“, viceversa vi assicuro che seguendo questi suggerimenti, riuscirete a fare a casa, facilmente, un gelato coi fiocchi!

Quello che mi sento di suggerire, infine, a voi tutti che vi cimentate come me nell’impresa del gelato casalingo è di usare la farina di carrube come addensante naturale; si trova in negozi che vendono prodotti biologici, ma più facilmente su internet. Basta un cucchiaino su 500 grammi di composto ed il risultato è garantito al 100%!

Le nespole che ho usato sono totalmente biologiche, coltivate privatamente, ed è stata la mia mamma a portarmele, convinta che le avrei mangiate così, mentre io ho subito pensato di farci un gelato alle nespole; si è rivelato un gusto davvero interessante, perfetto abbinamento con una siciliana e soffice brioche col tuppo, leggera e fresca merenda a cavallo tra Primavera ed Estate.

Segnate la ricetta del gelato alle nespole, non ve ne pentirete affatto!

Gelato alle nespole, gelati alla frutta

Ingredienti per 500 grammi di gelato:

  • 300 g di Nespole, private dei torsoli e delle pellicina esterna
  • 140 g di Zucchero semolato (si può anche omettere)
  • 200 ml di Panna vegetale, già dolce
  • 100 g di Latte parzialmente scremato (va bene anche quello intero)
  • Succo di Limone q.b.
  • 1 Cucchiaino di Farina di Carrube

Procedimento:

Lavate per bene sotto l’acqua le nespole, poi privatele della pellicina arancione e tagliatele a metà, asportando via anche i torsoli interni. Frullatele velocemente con un frullatore a immersione e irrorate con succo di limone, per evitare che si ossidino troppo.

gelato-alle-nespole

A parte mescolate insieme al latte lo zucchero, la farina di carrube e la panna, ottenendo un composto omogeneo ed unico. Aggiungete poi la purea di nespole e versate nel cestello della gelatiera, avviandone il motore. Attendete i tempi della vostra macchina, poi conservate il gelato in comodi contenitori appositi e conservate in freezer.

gelato-alle-nespole

Vi auguro buon appetito e se volete continuare a restare sempre aggiornati seguite L’ANGOLO DELLE PRELIBATEZZE anche su Facebook!

Torna alla Homepage

Questa ricetta è stata vista 1276 volte!

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

(Visited 1 times, 35 visits today)

Commenti

commenti