pane-fritto-siciliano

Pane fritto siciliano ricetta povera e della tradizione culinaria casalinga

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

Cosa fare quando avanza del pane raffermo e non lo si vuole, giustamente, cestinare? In Sicilia l’idea di consumare il pane raffermo si trasforma, oltre che nel pan grattato o come ingrediente per preparare ad esempio le polpette (pane ammollato nel latte), come spunto per un goloso antipasto finger food, casalingo, molto rustico e mirato al concetto di non sprecare e piuttosto trasformare: il pane fritto siciliano.

pane-fritto-siciliano

(Clicca sulla foto per la versione in alta definizione)

Io, da quando ero piccola, mi ricordo che mia nonna lo faceva così, mia madre di conseguenza mi ha insegnato a farlo in questo modo; il pane fritto siciliano è un riflesso della cucina povera, fatta di pochissimi ingredienti che, alla luce odierna, si riscoprono come genuini, nutrienti e gustosi. Mi riferisco alle buone proprietà del pane raffermo e alle proteine delle uova e del formaggio grattugiato.

Aggiungere le uova al pane fritto siciliano contribuisce a rendere questo piatto un sostanzioso secondo, perfetto sostituto della carne (e i nostri antenati quante volte l’hanno fatto perché non potevano permettersi la carne? Oggi invece parliamo di “finger food” e “antipasto”). L’altra versione del pane fritto siciliano, più rapida, più “spartana” prevede solo che le fette di pane si friggano così come si trovano, senza altri ingredienti aggiuntivi; in questo modo il pane risulterà essere croccante e molto fragrante.

Io tra le due versioni preferisco naturalmente quella con le uova, che avvolgono in pane in una semplice e golosa frittata, lo lasciano morbido e sostanzioso sotto ai denti, anche e soprattutto freddo; già, non c’è cosa più buona e gourmet di gustare il pane fritto siciliano appena tiepido o il giorno seguente, anche se una fetta gustata mentre lo si prepara non si può certo negare!

Vi lascio la ricetta, estremamente economica, un’idea perfetta per un piatto estivo veloce e completo, ma anche simpatica presentazione sottoforma di antipasto, aperitivo o merenda sfiziosa, magari tagliato in pratici cubetti da prendere e gustare con le mani.

Quanto alla frittura, come sempre, sarà ad immersione, in abbondante olio di semi di arachide che non brucia gli eccessi dell’uovo e non trasferisce al pane un odore poco gradevole.

Pane fritto siciliano ricetta povera e della tradizione culinaria casalinga

Ingredienti per due filoni di pane raffermo:

  • 6 Uova intere
  • 50 g circa di Parmigiano grattugiato
  • Sale & Pepe nero q.b.
  • Olio di semi di arachide per friggere

Procedimento:

Con un coltello seghettato da pane realizzate delle fette che siano alte 1 centimetro circa, intingete le stesse, in maniera totale, all’interno della boule dove avete già sbattuto le uova insieme al Parmigiano, il sale e il pepe nero.

pane-fritto-siciliano

Friggete ad immersione in olio ben caldo, lasciate ben dorare ambo i lati e poi ponete ad assorbire su carta da cucina.

Vi auguro buon appetito e se volete continuare a restare sempre aggiornati seguite L’ANGOLO DELLE PRELIBATEZZE anche su Facebook!

L' Angolo delle Prelibatezze
L' Angolo delle Prelibatezze

Summary
Pane fritto siciliano ricetta povera e della tradizione culinaria casalinga
Article Name
Pane fritto siciliano ricetta povera e della tradizione culinaria casalinga
Description
In Sicilia l'idea di consumare il pane raffermo si trasforma come spunto per un goloso antipasto finger food, il pane fritto siciliano. Leggi la ricetta qui
Author
Publisher Name
L'Angolo delle prelibatezze
Publisher Logo

Questa ricetta è stata vista 245 volte!

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

Commenti

commenti