Chi sono

Il mio nome é Mariarosa Vitale, sono siciliana 100%, e sono nata a Catania il 18 Agosto 1989; sin da piccola ho dimostrato di apprezzare lautamente il cibo. La mia mamma mi ha posto dinanzi ai fornelli subito, assegnandomi il difficile compito della frittura; lei si è sempre fidata di me, lasciandomi creare liberamente, sotto la sua guida, ma pur sempre garantendo autonomia e spirito di iniziativa (questa cosa é andata avanti negli anni a seguire, ed anche mia sorella ha potuto godere di questi insegnamenti).

Crescendo la passione non poteva che consolidarsi, anche per l’amore verso il cibo e la cucina che in famiglia coltiviamo da sempre: produrre a casa pane e pizza sfruttando il forno a legna, andare a comperare frutta e verdura direttamente in campagna, dagli agricoltori locali, recarsi al caseificio locale per vedere realizzare le mozzarelle, la provola e veder fare la ricotta. Sono state tutte esperienze che, alla luce odierna, si sono rivelate grandi insegnamenti tramandati. Poter trasmettere ad un figlio tali sensazioni (perché prima di tutto sono questo, e dopo diventano insegnamenti) é un patrimonio personale inestimabile, che ci si porta dietro per la vita.

Dunque, torniamo alla biografia: ho frequentato per cinque lunghissimi anni il Liceo Classico nel mio paese, Mascalucia (CT), alle pendici dell’Etna, e dopo mi sono iscritta alla Facoltà di Scienze dell’Educazione e della Formazione dell’Università degli Studi di Catania, conseguendo nel Luglio 2015 la Laurea di I Livello come educatore e formatore degli adulti.

laurea foto
Giorno della Laurea

Durante gli studi universitari ho preso il titolo professionale di Operatore Socio-Assistenziale, la cui esperienza di tirocinio formativo mi ha messo a contatto con la sofferenza e il dolore, sperimentando la gioia di aiutare il prossimo e crescendo tantissimo umanamente. In realtà ho anche acquisito un titolo di competenza professionale, tramite un seminario specifico, in merito alla Psicologia dello Sviluppo, teorie basilari dello sviluppo dell’individuo da bambino ad adulto, nonché alcune linee guida su come crescere, educare, affrontare l’essere genitore e rapportarsi (anche come educatore) con le varie fasi di crescita di un soggetto. Tuttavia c’era La passione dietro questo, quella che per motivi di studio matto e disperato, che incolla alla sedia anche con 40°C all’ombra, rimaneva messa in un angolo, soffocata e nascosta: la cucina, la creatività ai fornelli, l’estro, l’amore di donare qualcosa di proprio agli altri che si amano.

Nell’anno 2012 ho aperto sulla piattaforma di Blogspot il primo blog; non avendo tempo, né le competenze necessarie, non riuscivo assolutamente ad ascendere; inoltre la piattaforma di Blogspot non forniva le stesse potenzialità e strumenti che WordPress, insieme a quel che é Altervista e Google, offre agli utenti blogger. Così nell’anno 2014 ho preso la scelta di trasferire il tutto su Giallo Zafferano, grazie anche alla notevole influenza mediatica che Sonia Peronaci é riuscita a trasmettermi (guardavo e guardo ancora adesso le sue video ricette, i suoi consigli utili, le sue dritte essenziali in cucina).

langolodelleprelibatezze
Foto per Ezebee Magazine
langolodelleprelibatezze
Foto per Ezebee Magazine

In tutto ciò mi ha aiutato grandemente mio marito Davide, all’epoca dei fatti fidanzato/compagno, il quale essendo venuto a conoscenza del mio rudimentale sito di cucina ancora poco curato, dalle foto oscene e scattate coi peggiori smartphone, man mano mi ha dato tutto il sostegno psicologico, la motivazione, gli strumenti materiali per farlo diventare quello che è oggi: il mio blog adorato di cucina, “L’Angolo delle Prelibatezze”. Questo perché lui in me ha visto un forte potenziale, l’unico a crederci davvero con me, l’unico a spingermi di fatto nell’impresa; se il blog che vedete oggi é così è solo merito suo! Importantissima spinta di avanzamento é stata di sicuro la ricerca e l’impostazione di una fotografia decisamente migliorata, in grado di captare al meglio i dettagli e conquistare il pubblico del web con gli occhi; questa é una strada tutta in salita, che non ha mai un punto d’arrivo, ma é sempre in costante miglioramento, così come la ricerca (ancora in corso) di un adeguato set fotografico (ad oggi mi tocca spesso girare per casa e adattarmi dove capita, dove la luce é migliore, dove l’angolo si presta al meglio), in grado di offrirmi stabilità e relax mentale per scattare le foto (incredibile!) Il 2015 é stato per me un anno ricco e prospero, oltre al raggiungimento della Laurea (di cui ho già parlato), a Gennaio mi sono ufficialmente trasferita di casa insieme a Davide, poi mi sono anche sposata a Settembre, coronando un importante desiderio d’amore. Ho visto realizzarsi notevoli svolte col mio blog di cucina: ho iniziato a suscitare un certo interesse e perciò a vedermi offrire alcune collaborazioni, pubblicati articoli e post sui social di aziende importanti del settore alimentare, ho realizzato appositamente delle ricette per dei magazine, ho visto crescere con costanza il mio pubblico di visitatori/lettori incrementando la mia visibilità su Facebook e Twitter (i due colossi più importanti), e a Dicembre 2015 c’è stata la decisione di aprire anche un canale Youtube ove pubblicare occasionalmente delle video ricette personali. Questi video hanno uno stile unico, poiché girati in 60 frame al secondo, per dare la prospettiva live e quindi la sensazione di essere dentro alla scena e cucinare insieme.

IMG_20160201_225457
Video Ricetta per Ezebee Magazine
foto reflex 3
Queste sono alcune foto di me che scatto con la mia prima reflex, regalo sempre di mio marito. Lui è proprio parte attiva del mio (lo chiamo io) “staff”, squadra di duro lavoro quotidiano. Anche lui ogni giorno infatti si impegna per dare il massimo ai lettori de “L’Angolo delle Prelibatezze”, e per aiutarmi ad essere conosciuta per la mia passione.

foto reflex 2foto reflex 4

Il 31 ottobre 2016 sono entrata ufficialmente nel team dei redattori online del giornale di enogastronomia “La Gazzetta del Gusto; non credo di essermi mai trovata bene e a mio agio con le collaborazioni come con questo giornale. Ringrazio il Direttore, Enzo Radunanza, per avermi accolta con entusiasmo e per avere sempre la massima disponibilità ed ascolto coi suoi collaboratori.

Per quel che, invece, riguarda ancora il blog in senso stretto, a partire dall’Aprile 2017 siamo riusciti a renderci più autonomi, portatori della nostra passione in linea personale, concretizzando il dominio langolodelleprelibatezze.it non più come semplice rinvio a Giallo Zafferano (come ormai era da un anno prima), ma come indirizzo web personale. Questa scelta ci è servita in primis per respirare la sensazione di voler lavorare da soli, affrontando istantaneamente tutte le difficoltà di una gestione totalmente autonoma. Oltre a ciò, si tratta proprio di una sfida e di uno studio per capire cosa riusciamo a fare da soli e con che successo e qualità. Abbiamo bisogno di capire chi sono i lettori che passano direttamente da www.langolodelleprelibatezze.it, cosa cercano, cosa leggono e cosa invece non apprezzano. Anche questo, come la fotografia, è una vetta infinita tutta da scalare!