casatiello,-tortano-di-pasqua

Casatiello, Tortano, di Pasqua all’olio extravergine d’oliva

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

La cucina napoletana ritorna ancora tra le mie ricette, con estremo piacere ed amore, amore legato alla connessione forte che c’è tra questa tradizione e quella siciliana, che mi riguarda da vicino.

Il casatiello è una torta rustica salata (ma abbiamo visto che molte sono anche le versioni dolci) preparata con una base di pasta di pane, farcita con saporiti formaggi e salumi vari; la base tradizionale del casatiello napoletano prevede la presenza dello strutto (“sugna“) e delle uova sode come decoro e come ingrediente che arricchisce il complesso della torta rustica in questione.

casatiello-tortano-di-pasqua

(Clicca sulla foto per la versione in alta definizione)

Ho intitolato la mia ricetta “Casatiello, Tortano, di Pasqua all’olio extravergine d’oliva”, perché il tòrtano non ha, secondo quanto recita la tradizione gastronomica napoletana, le uova sode che cingono la corona di pane, mentre il casatiello sì, e lo si prepara solo in questo periodo dell’anno (il tortano invece si fa tutto l’anno). Inoltre ho preferito rivisitare il tutto mettendo nell’impasto l’olio extravergine d’oliva, al posto dello strutto, e scegliendo per il ripieno una versione più semplificata, impiegando solo salame Cacciatore DOP, provolone dolce e Parmigiano grattugiato.

Riguardo alla ricetta del casatiello, tortano, ci sono un sacco di versioni, tutte buonissime ed interessanti; la ricetta del mio casatiello da diversi anni la prepariamo in casa in questo modo, sempre replicandola a Pasqua e capace di scatenare fame e dipendenza fetta dopo fetta!

Di facile esecuzione, non dovrete affatto turbarvi alla sola idea, ma sarà fondamentale seguire le “istruzioni di utilizzo” così come scritte, proprio perché ormai super collaudate, viste le numerose repliche negli anni.

Un ultimo consiglio, prima di passare alla ricetta, è quello di preparare il casatiello prima del giorno di Pasqua o pasquetta, visto che una volta freddo è decisamente migliore ed è in questo modo che il sapore va apprezzato. Perfetto tagliato già in comode fette, servito in tavola, o portato durante i pic nic di queste soleggiate giornate. Se avanza, se è troppo a prescindere, fate come me: congelate il freezer, in un comodo vassoio ben sigillato da pellicola per alimenti. Sarà sufficiente lasciarlo scongelare a temperatura ambiente diverse ore prima di consumarlo.

Buon lavoro e buon casatiello!

Casatiello, Tortano, di Pasqua all’olio extravergine d’oliva

Ingredienti:

  • 500 g di Farina Manitoba “0”
  • 300 ml di Acqua tiepida
  • 4 Cucchiai colmi di Olio Extravergine d’oliva
  • 1 Bustina di Lievito di birra disidratato
  • 2 Cucchiaini di Zucchero
  • 1 Cucchiaino colmo di Sale
  • 200 g di Salame Cacciatore DOP
  • 300 g di Provolone Dolce a dadini
  • 40 g di Parmigiano grattugiato fine
  • Olio Extravergine d’oliva per spennellare

Procedimento:

casatiello-tortano-di-pasqua

Mescolate bene la farina insieme al lievito, poi aggiungete i restanti ingredienti per comporre l’impasto e lavorate in planetaria aggiungendo mano a mano l’acqua e controllando che l’incordatura si esegua al meglio (infatti, è consigliabile ribaltare ogni tanto l’impasto, come si è soliti fare in questi casi, per contribuire al meglio alla formazione del glutine, aggiungendo anche poca farina extra nel corso dell’impasto, sempre per agevolare l’incordatura). Pirlate il panetto ottenuto su un ripiano pulito, poi mettetelo in una ciotola capiente di vetro, unta di olio, e coprite con pellicola fino al raddoppio del suo volume.

casatiello-tortano-di-pasqua

Prelevate la massa dell’impasto, realizzate un rettangolo mediamente sottile, questo vorrà dire non stressarlo troppo con il matterello (piuttosto aiutatevi con le mani); poi togliete della pasta in eccesso ai lati per non appesantire troppo la formatura. Farcite il vostro casatiello, tortano pasquale disponendo gli ingredienti nella parte centrale ed arrotolando poi con cura dal lato più lungo del rettangolo.

Con delicatezza adagiate il tutto all’interno di uno stampo per ciambella di 26 cm, oliato già nelle sue pareti, rivolgendo la giuntura del casatiello verso il basso e sistemandolo con cura. Lasciate raddoppiare di volume anche stavolta, poi cuocete a forno già caldo, a 170°C per 50-55 minuti.

Affettate il casatiello quando sarà freddo e compatto.

Vi auguro buon appetito e se volete continuare a restare sempre aggiornati seguite L’ANGOLO DELLE PRELIBATEZZE anche su Facebook!

 

L' Angolo delle Prelibatezze
L' Angolo delle Prelibatezze

Questa ricetta è stata vista 620 volte!

Condividi la ricetta, grazie per il tuo gesto!

Commenti

commenti